Renato Guerrino Turano, un settantaquattrenne italo americano residente a Chicago, eletto con il Partito Democratico nella circoscrizione estero America settentrionale e centrale.
Un senatore molto attento alla situazione finanziaria italiana tant’è che nel decreto “SALVA BANCHE” ha pensato bene di fare inserire un emendamento dal valore di 97 milioni di euro.
Il lungimirante politico avrà pensato ai molti risparmiatori ingannati dalle banche che hanno perso i loro risparmi.
NO!! Il nostro eroe si è invece dimostrato molto sensibile ai problemi dei “poveri” giocatori di golf.
La somma è infatti destinata a garantire la RYDER CUP – gara che si terrà a Roma nel 2022 nel campo di golf MARCO SIMONE GOLF E COUNTRY CLUB di proprietà della famiglia BIAGIOTTI.

Il senza vergogna assicura che la garanzia dello Stato serve a promuovere l’Italia nel mondo e ad avvicinare i giovani allo sport.
Una splendida idea, Peccato per i pochi, sfortunatissimi giovani che a fatica hanno trovato un lavoro, magari pagato con i voucher, che non potranno godersi il golf.
Solo delle menti bacate, in un momento di grande difficoltà per i lavoratori e le imprese possono pensare di destinare 150 milioni di euro per finanziare una gara di golf.
Sì 150 milioni in quanto i 97 milioni vanno ad aggiungersi ai 60 già stanziati dal governo Renzi nella legge finanziaria.

Ricapitolando abbiamo:
1) L’enorme debito pubblico è totalmente fuori controllo e continua a salire a ritmi insostenibili:
2) L’Europa chiede una manovra aggiuntiva di circa 4 miliardi di euro in nuove tasse e taglio della spesa per cercare di contenere il deficit;
3) La sanità pubblica è allo sfascio. Molte persone rinunciano alle cure perché non hanno i soldi per pagarsele. E’ noto che se vuoi curarti devi accedere a pagamento in quanto i tempi di attesa nel settore pubblico sono di mesi se non di anni.

L’Italia è messa molto male, nuove tasse sono all’orizzonte, le imprese strozzate da nuovi fantasiosi balzelli chiudono o si trasferiscono in Paesi molto più seri del nostro, i cittadini sono sempre più poveri, i giovani non trovano lavoro ma i soldi per sollazzarsi i nostri eroi della politica li trovano sempre.

Poiché nessuno è nato ieri non si sbaglia a pensare che il senatore Turano non sia altro che l’utile manina che ha fatto il lavoro sporco perché i nostri governanti non hanno nemmeno il coraggio di metterci la faccia.